Il caso “Orsolina di Mantova”

SULLE TRACCE DI GIOACCHINO TOMA

IL CASO “ORSOLINA DI MANTOVA

Narrazione di un dipinto ritrovato e analisi dell’opera

Seguendo i luoghi in cui Gioacchino Toma visse e gli indizi lasciati dall’autore si ricostruisce l’itinerario artistico del pittore, rivalutando la figura dell’artista e dell’uomo, e riprendendo la stagione degli interventi critici a favore di Toma, che segue quella dedicata a Gaetano Martinez, iniziata esattamente l’anno scorso. L’idea muove da presupposti primari: è necessario ridestare l’attenzione riguardo l’arte dei grandi autori dell’Ottocento italiano ed europeo; dare valore all’opera artistica dei Nostri artisti maggiori vuol dire generare interesse nell’opinione pubblica e nella critica. Tra gli obiettivi specifici si possono elencare alcuni di rilevante interesse:

-Indagare con metodo l’opera di Toma vuol dire portare alla luce novità biografiche ancora inedite, innescando un processo di rinnovamento della figura artistica dell’autore;

-Attivare progetti in ambito locale (e nazionale), tessendo una trama di relazioni che possano avvantaggiare il territorio in cui hanno avuto origine;

-I due punti precedenti possono aprire ampi spazi per futuri eventi: così «Sulle tracce di Gioacchino Toma», diventa una trilogia di appuntamenti che condurrà fino alla ricorrenza (2026) del 190° anniversario dalla nascita del pittore (Galatina, 1836).

Nel frattempo si possono far decollare iniziative importanti: avviare la campagna restauri delle pale d’altare di Tricase (biennio 2023-2024), sfruttando le disponibilità del programma operativo regionale (e fondi PNRR); progettare una mostra retrospettiva (entro il 2025/26), con opere provenienti dal museo di Capodimonte a Napoli e dalla GNAM di Roma (Galleria Nazionale Arte Moderna); programmare un anno (2026) di festeggiamenti per il 190° dalla sua nascita

La serata del 27 dicembre 2022 è pensata come un evento “atipico”, che rompa gli schemi del genere “evento culturale” e/o “convegno studi”, per entrare in un genere nuovo, diverso, che elimini le barriere tra il pubblico (non addetti ai lavori) e gli studiosi: il centro d’interesse cambia, non è più chi parla ma l’autore trattato, in questo caso Gioacchino Toma.

Lo strumento utilizzato per abbattere i muri, facendo entrare in sintonia il pubblico con l’argomento del dibattito è l’ironia; per questa ragione l’apertura della serata e la chiusura sono affidate al comico salentino Pasquale Quaranta, che in chiave ironica e dissacrante parlerà di comunicazione «io faccio marcheting»(Sic.), di elementi culturali da valorizzare, monologo filosofico sulla «friseddhra», sull’«ermetismo salentino» e sui «muretti a secco»: acquisendo consapevolezza dell’importanza di certi nostri “monumenti culturali” fagocitati da altre culture. L’intervento di P40 (nome d’arte del “menestrello” Pasquale Quaranta), è perfettamente contestualizzato con l’oggetto dell’incontro. Dietro l’apparente ironia dell’attore c’è uno studio attento del topos, della koinè, dell’identità non solo di un luogo ben definito ma dell’intera cultura nazionale, fatta di tante «piccole patrie» che oggi più che mai vanno riconosciute e difese, non perché elementi a sé stanti ma tasselli di un mosaico complesso, fatto di relazioni e influenze reciproche che rendono la periferia e il centro in costante dialogo.

«Sulle tracce di Gioacchino Toma – Il caso “Orsolina di Mantova”», come già accennato, fa parte di una trilogia di serate che saranno proposte con cadenza annuale, accompagnando garbatamente il pubblico sino all’evento conclusivo: il tentativo di riportare a Galatina il pittore che in vita non vi fece mai ritorno. In questo primo appuntamento si proverà a spiegare come riconoscere un’opera genuina di Gioacchino Toma, saranno proiettate immagini e narrate curiosità, mettendo in evidenza i punti forti e le debolezze di alcune opere attribuite a Toma.

Massimo Galiotta

SULLE TRACCE DI GIOACCHINO TOMA

IL CASO “ORSOLINA DI MANTOVA

a cura dell’Associazione Galatina Letterata

Ex Monastero delle Clarisse, Piazzetta Galluccio – Galatina

27 dicembre 2022 – ore 18:00

L’evento è realizzato con il sostegno economico di

AIG (Associazione Imprese Galatinesi) e con il contributo

di Meeting non solo puccia

Patrocinato dal Comune di Galatina, Provincia di Lecce

Regione Puglia, Rivista Puglia&Mare.

©InMostraBlog.com

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...